TAB LATERALE
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
instagram
linkedin
 
titolo

News

 
Dal Territorio
30/06/2017
Libretti di deposito al portatore verso l’estinzione obbligata. Dal 4 luglio scattano le sanzioni

Dal 4 luglio 2017, trasferire libretti di deposito al portatore comporterà una sanzione pecuniaria di importo compreso tra i 250 e i 500 euro, sia per l’intestatario sia per l’esibitore.  In aggiunta, la stessa imposizione scatterà per il titolare del libretto, se questo non verrà estinto entro il 31 dicembre 2018. A partire da giorno 4, inoltre, non sarà più possibile aprire nuovi libretti del tipo in questione. 

 

Le disposizioni sono contenute nel D.lgs. n. 901 del 25 maggio 2017 (antiriciclaggio e contrasto al finanziamento del terrorismo), ma erano state già parzialmente anticipate dalla riforma dell’art. 49 del D. Lgs. n. 231/2007. 

 

Fatto salvo il divieto di aprire nuovi libretti al portatore, la banca non potrà rifiutarsi di dare corso all’eventuale volontà del cliente di trasferire o di non estinguere il libretto, ma avrà l’obbligo di comunicare l’infrazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Tale segnalazione farà inevitabilmente scattare le sanzioni previste e gli ulteriori accertamenti, così come descritto. 

 

Le filiali della Banca di Credito Cooperativo di Avetrana sono a disposizione per suggerire formule di risparmio alternative al libretto di deposito al portatore, secondo le esigenze del cliente.