TAB LATERALE
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
instagram
linkedin
 
titolo

News

 
Dal Territorio
09/05/2016
COMUNICATO STAMPA - Assemblea annuale per l'Istituto di credito cooperativo: tempi difficili ma il trend è positivo

I conti certificano la solidità della banca locale  

 

 

Si è svolta domenica nella sede della società, la consueta Assemblea annuale della Banca di Credito Cooperativo di Avetrana per la discussione ed approvazione del Bilancio dell’esercizio 2015.

Il Presidente dell'Istituto di Credito, dott. Michele Pignatelli, ha relazionato ai presenti sui principali aspetti della gestione dell’esercizio ed ha precisato che, pur in presenza del permanere delle difficoltà che continuano ad attanagliare l’economia, la Banca quotidianamente profonde il proprio impegno in favore ed in sostegno della clientela a beneficio del territorio nella piena consapevolezza del rilevante ruolo che l’Istituto riveste nella Comunità di riferimento. Tale operatività, da sempre, distingue, nel contesto del settore del credito, l’attività delle Banche di Credito Cooperativo, che fondano la propria esistenza con il preciso ed unico scopo di essere motivo di sviluppo del territorio e che ora le vede impegnate a realizzare lo stesso dovendosi confrontare con il recente intervento Governativo di “Riforma” che intende rafforzare la solidità di queste piccole ma vitali realtà; brevemente sono state delineate e chiarite le linee dell’intervento di Governo chiarendo e sottolineando quanto lo stesso trova ben preparata la solida realtà avetranese. In termini di solidità , infatti, la Banca di Avetrana si presenta con un indice di solidità (CET1 Ratio) pari al 37,53% che si contrappone al 16,1% della media nazionale delle BCC che è già più solido di quello del sistema bancario italiano in generale (11,8).

L’esame dei dati di Bilancio ha posto in evidenza che la Banca direttamente gestisce 115.870 mila euro di risparmi ed amministra un credito a famiglie ed aziende per oltre settanta milioni di euro. Il Patrimonio della Banca, da sempre forza di questo Istituto, si è attestato a totali euro 25.308.301 con una crescita del 1,64%. Il Risultato della gestione ha evidenziato, infine, un utile netto di euro 428.867 che è stato destinato, dall’assemblea, per il 97% (416 mila euro circa) al rafforzamento delle riserve e per Euro 12.866 ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione.

I risultati, nel premiare gli sforzi dell’Istituto gratificando quanti hanno lavorato per il loro raggiungimento, consentono, nella certezza delle scelte operate, di continuare nella direzione che privilegia un rapporto intenso e propositivo con la clientela e la massima attenzione ai problemi delle famiglie, delle piccole e medie imprese, dell’artigianato e dell’agricoltura.